Gli effetti positivi delle zone ambientali danesi

Come previsto, l'introduzione della prima zona ambientale, quella di Copenaghen/Frederiksberg, ha determinato la diminuzione dei livelli di polveri sottili e gli effetti positivi non hanno tardato ad arrivare.
In particolar modo, con l'introduzione della zona ambientale, si prevedeva una riduzione annuale dei seguenti punti:

• 150 casi in meno di decesso prematuro
• 150 ricoveri in meno per problemi respiratori e di circolazione
• 750 casi in meno di bronchite
• 8.000 casi in meno di asma
• 90.000 giorni di malattia in meno dovuti a problemi dell'apparato respiratorio

Il 01/09/2008, in occasione dell'inaugurazione della zona ambientale, il sindaco Klaus Bondam ha espresso il desiderio che tutta la Danimarca, un giorno, possa diventare una grande zona ambientale.

Nel luglio 2010, durante l'inasprimento dei requisiti previsti per accedere alle zone ambientali danesi (da EURO 3 a EURO 4), è stato stilato un primo rapporto dal quale è emerso che l'introduzione della zona ambientale ha consentito una riduzione del 26% delle polveri sottili e del 9% degli ossidi di azoto.

Richiedi qui il bollino ecologico danese per le zone ambientali a traffico limitato in Danimarca

 

 

.